artista

Pierre-Auguste Renoir

(1841 - 1919)


periodo: Ottocento
attivo a: Parigi

Figlio di un sarto, economia familiare fragile collabora da ragazzo come decoratore di ceramiche, amico di Monet, frequenta il Guerbois, fa pittura en plein air, partecipa a tre mostre impressioniste, viaggia in Italia, è affascinato dalla pittura "saggia" di Raffaello che mette in crisi la superficiale visione impressionista e lo porta ad una pittura solida, quasi arcaica, malattia reumatica a 60 anni lo paralizzerà quasi del tutto ma continuerà a dipingere e si occpuperà anche di scultura (indica con una bacchetta a un allievo come modellare la creta)

Semplificazione dei volumi, contorni lineari, pittura gioiosa, entusiasta, emozionale, giochi di luci e di colore, pennellate di colore puro, dal paesaggio ai soggetti umani, soprattutto femminili (40 bagnanti)

Pierre-Auguste Renoir (1841-1919) è il pittore che, dopo Monet, ha meglio sintetizzato la poetica del nuovo stile pittorico. Iniziò la sua attività da ragazzo decorando porcellane, stoffe e ventagli. Si iscrisse all’École des Beaux-Arts e frequentò lo studio del pittore Gleyre dove incontrò Monet e Sisley. Dalla metà degli anni ’60 la sua pittura si configura già pienamente impressionista. Partecipa alla prima mostra impressionista del 1874 presso lo studio di Nadar. I quadri di questo periodo sono caratterizzati dalle immagini en plain air. In essi si avverte una leggerezza e un tono gaio che ne fanno una rappresentazione di gioia suprema. Capolavoro di questo periodo sono «La Grenouillère», o il «Bal au Moulin de la Galette». Renoir è anche insuperabile nella resa delle figura femminile, specie nei nudi. Le sue immagini sono create dalla luce stessa che, attraverso mille riflessi e rifrazioni, compone una immagine insolita ma di grande fascino. Dopo il 1881 la sua pittura entrò in crisi. Abbandonò la leggerezza del periodo impressionista per aprire un nuovo periodo che egli stesso definì «agro». La sua pittura tese ad un maggior spirito neoclassico, e a ciò non fu estraneo un viaggio che egli fece in Italia e che gli permise di conoscere i grandi pittori del passato. Colpito da artite reumatica continuò imperterrito la sua attività di pittore fino alla morte. (http://www.francescomorante.it/pag_3/304c.htm)

 
Pierre-Auguste Renoir, La Grenouillère
1869, Nationalmuseum - Stockholm Pierre-Auguste Renoir
 Ottocento 
Pierre-Auguste Renoir, Bal au Moulin de la Galette
1876, National-museum - Stoccolma Pierre-Auguste Renoir
 Ottocento 
Pierre-Auguste Renoir, Bagnante seduta
1883, Fogg Art Museum - Cambridge Pierre-Auguste Renoir
 Ottocento 
Pierre-Auguste Renoir, Studio per le bagnanti
1884, The Art Institute - Chicago Pierre-Auguste Renoir
 Ottocento 
Pierre-Auguste Renoir, Le grandi bagnanti
1918, Musée d'Orsay - Parigi Pierre-Auguste Renoir
 Ottocento 
Alarte: appunti di storia dell'arte
HOME | quadro sinottico | periodi | sequenze video

Questo sito è nato come uno strumento di studio personale della Storia dell'Arte, quando, già oberato da molti impegni, decisi di affrontare quello che pareva l'ultimo concorso a cattedra. Avevo bisogno, necessariamente, vista la mole enorme di informazioni cui la materia è oggetto, di organizzare razionalmente gli argomenti per creare una memoria strutturata di risorse, riflessioni e materiale personale.

Il sito non offre alcuna garanzia assoluta relativamente all’accuratezza, all’attualità o alla completezza delle informazioni o dei materiali contenuti. Vi invito quindi ad approfondire con altre fonti le informazioni presenti.

I contenuti sono costituiti da risorse che potrebbero essere soggette a diritto d'autore. Chi utilizza il sito SI IMPEGNA perciò ad utilizzare ogni suo contenuto esclusivamente ad uso personale per la riflessione culturale e l'attività didattica.

Informazioni: scrivi