artista

Josef Maria Olbrich

(1867 - 1908)


periodo: Novecento
movimento: Art Nouveau
attivo a: Troppau, 22 dicembre 1867 – Düsseldorf, 8 agosto 1908

Fu fondatore insieme a Gustav Klimt, Josef Hoffmann e altri giovani architetti del movimento antiaccademico della Secessione viennese. Nel 1898 realizzò il Palazzo della Secessione, ispirato a un disegno di Klimt, architettura che suscitò grandi critiche ma anche ammirazione per il significato rivoluzionario e innovativo. Venne soprannominato dai critici «gabinetto assiro-babilonese», o «cavolo d'oro» con riferimento alla cupola traforata in alloro dorato.

Fu fondatore del movimento della Secessione viennese insieme a Gustav Klimt, Josef Hoffmann e altri giovani architetti. Nel 1898 realizzò il Palazzo della Secessione,ispirato da un disegno di Klimt, sul quale venne apposta l’iscrizione: «Ad ogni tempo la sua arte, ad ogni arte la sua libertà». L’architettura suscitò grandi critiche ma anche ammirazione per il suo significato rivoluzionario e innovativo. Il Palazzo venne soprannominato dai critici «gabinetto assiro-babilonese», o «cavolo d'oro» con riferimento alla cupola traforata in alloro dorato, e in breve divenne, insieme alla rivista «Ver Sacrum» (Sacra primavera), centro dell’attività culturale della S.

 
Josef Maria Olbrich, Padiglione della Secessione Viennese
1898 - Vienna Josef Maria Olbrich
 Art Nouveau  Novecento 
Alarte: appunti di storia dell'arte
HOME | quadro sinottico | periodi | sequenze video

Questo sito è nato come uno strumento di studio personale della Storia dell'Arte, quando, già oberato da molti impegni, decisi di affrontare quello che pareva l'ultimo concorso a cattedra. Avevo bisogno, necessariamente, vista la mole enorme di informazioni cui la materia è oggetto, di organizzare razionalmente gli argomenti per creare una memoria strutturata di risorse, riflessioni e materiale personale.

Il sito non offre alcuna garanzia assoluta relativamente all’accuratezza, all’attualità o alla completezza delle informazioni o dei materiali contenuti. Vi invito quindi ad approfondire con altre fonti le informazioni presenti.

I contenuti sono costituiti da risorse che potrebbero essere soggette a diritto d'autore. Chi utilizza il sito SI IMPEGNA perciò ad utilizzare ogni suo contenuto esclusivamente ad uso personale per la riflessione culturale e l'attività didattica.

Informazioni: scrivi