artista

Paul Gauguin

(1848 - 1903)


periodo: Ottocento

un moto continuo tra l'Europa, il Sud America, l'Oceania - a 17 anni era già marinaio - dal 1871 agente di cambio a Parigi - nell'83 crisi economica lo obbliga a lasciare il lavoro: si dedica alla pittura - espone con gli Impressionisti dall'80 - dal 1888 ad Arles con Van Gogh - tenta il suicidio con l'arsenico - dal 91 al 93 a Tahiti e poi definitivamente dal 95 - muore in carcere stanco e malato l'8 maggio 1903

Inizi impressionisti - amico di Degas - già dall'88 pittura piatta con colori primari - stampe giapponesi - pittura antinaturalistica - cloisonnisme - bidimensionalità - sintetismo in opposizione al divisionismo

Diventare selvaggi è una delle risposte che si può dare ad una società diventata insopportabile (MdM,49). Paul Gauguin, scrivendo degli impressionisti dice: "guardano attorno con l'occhio e non al centro misterioso del pensiero". Sceglie di isolarsi in una cultura primitiva; evidentemente non ritiene la società attuale capace di produrrre e fruire l'arte contemporanea. Il mito del selvaggio non ha quindi le connotazioni positivistiche di quello rousseauiano. E' soltanto una via d'uscita. Prima di partire per Tahiti aveva tentato il suicidio ingerendo dell'arsenico. Nella società primitiva trovò l'uomo incontaminato ed il valore dei piaceri ancestrali. Sulla sua ultima casa scrisse "Te Faruru", qui si fa l'amore. Entra in forte polemica con i missionari che corrompono l'innocenza degli abitanti del luogo fino al punto di sbarrare, ai bambini maori, la porta della loro scuola dicendo che l'unica vera scuola era la Natura.

Risorsa esterna  
Paul Gauguin, Cristo giallo
1889, Albright-Knox Art Gallery - Buffalo Paul Gauguin
 Ottocento 
Paul Gauguin, Aha oe feii? (Come! Sei gelosa?)
1892, Museo Puskin - Mosca Paul Gauguin
 Ottocento 
Paul Gauguin, Te Tamari No Atua, Natività
1896 - Monaco Paul Gauguin
 Ottocento 
Paul Gauguin, Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?
1898, Museum of Fine Arts - Boston Paul Gauguin
 Ottocento 
Alarte: appunti di storia dell'arte
HOME | quadro sinottico | periodi | sequenze video

Questo sito è nato come uno strumento di studio personale della Storia dell'Arte, quando, già oberato da molti impegni, decisi di affrontare quello che pareva l'ultimo concorso a cattedra. Avevo bisogno, necessariamente, vista la mole enorme di informazioni cui la materia è oggetto, di organizzare razionalmente gli argomenti per creare una memoria strutturata di risorse, riflessioni e materiale personale.

Il sito non offre alcuna garanzia assoluta relativamente all’accuratezza, all’attualità o alla completezza delle informazioni o dei materiali contenuti. Vi invito quindi ad approfondire con altre fonti le informazioni presenti.

I contenuti sono costituiti da risorse che potrebbero essere soggette a diritto d'autore. Chi utilizza il sito SI IMPEGNA perciò ad utilizzare ogni suo contenuto esclusivamente ad uso personale per la riflessione culturale e l'attività didattica.

Informazioni: scrivi