artista

Carracci Annibale

(1560 - 1609)


periodo: Cinquecento
attivo a: Bologna

Fondatore, insieme con i cugini Ludovico e Agostino, dell'Accademia dei desiderosi (poi degli incamminati) con cui si proponevano l'intento educativo di un'arte che sollecitasse alla devozione. Per raggiungere l'obbiettivo l'arte doveva naturalizzarsi, diventare semplice. Annibale oltrepassa presupposti religiosi iniziali. Si rifà al Correggio nella Madonna di san Luca e a Michelangelo negli affreschi di palazzo Farnese ma le sue sono interpretazioni assolutamente nuove perché usano la tecnica piegandola al volere dell'immaginazione.

 
Carracci Annibale, la macelleria  
1585, Christ Church - Oxford Carracci Annibale
 Cinquecento 
Carracci Annibale, Madonna che appare a San Luca e Santa Caterina  
1592, Louvre - Parigi Carracci Annibale
 Cinquecento 
Carracci Annibale, elemosina di San Rocco  
1595, Gemäldegalerie - Dresda Carracci Annibale
 Cinquecento 
Carracci Annibale, Bacco e Arianna  
1597, palazzo Farnese - Roma Carracci Annibale
 Cinquecento 
Carracci Annibale, la fuga in Egitto  
1603, galleria Doria Panphilj - Roma Carracci Annibale
 Cinquecento 
Alarte: appunti di storia dell'arte
HOME | quadro sinottico | periodi | sequenze video

Questo sito è nato come uno strumento di studio personale della Storia dell'Arte, quando, già oberato da molti impegni, decisi di affrontare quello che pareva l'ultimo concorso a cattedra. Avevo bisogno, necessariamente, vista la mole enorme di informazioni cui la materia è oggetto, di organizzare razionalmente gli argomenti per creare una memoria strutturata di risorse, riflessioni e materiale personale.

Il sito non offre alcuna garanzia assoluta relativamente all’accuratezza, all’attualità o alla completezza delle informazioni o dei materiali contenuti. Vi invito quindi ad approfondire con altre fonti le informazioni presenti.

I contenuti sono costituiti da risorse che potrebbero essere soggette a diritto d'autore. Chi utilizza il sito SI IMPEGNA perciò ad utilizzare ogni suo contenuto esclusivamente ad uso personale per la riflessione culturale e l'attività didattica.

Informazioni: scrivi