artista

Leon Battista Alberti

(1404 - 1472)


periodo: Rinascimento
attivo a: Firenze, Mantova

Decantato da molti e disprezzato da altri di fatto è la più grande personalità della cultura umanistica. Fu letterato, filosofo, architetto e teorico delle arti, coi suoi tre trattati: della pittura, della scultura e dell'architettura. La sua figura è soggetta ad un continuo confronto con quella di Brunelleschi, più anziano di lui, ma con un'architettura ritenuta meno retorica, più fresca. I loro sono due concetti spaziali opposti: la statica, plastica, volumetrica, imponente, classica, teorica architettura dell'Alberti contro quella pratica, leggera, asimmetrica, poetica, fatta di spazi vuoti delimitati dal disegno, del Brunelleschi. L'assoluto rifiuto dell'Alberti a partecipare attivamente alla costruzione dell'opera è uno degli atteggiamenti che maggiormente gli vengono contestati. Non è però un rifiuto dettato da imperizia. Egli aveva infatti svolto a Roma, durante il pontificato di Niccolò V, mansioni di sovrintendente ai monumenti e di restauratore. Era invece pura convinzione ideologica, percezione della completa indipendenza del fatto creativo da quello esecutivo. La sua opera rivela, proprio nella sua parte teorica, molti elementi innovativi che verranno giustamente valutati dagli artisti cinquecenteschi anche in seguito alla pubblicazione dei suoi trattati (De re aedificatoria).

 
Leon Battista Alberti, tempio Malatestiano (chiesa di San Francesco)
1447 - Rimini Leon Battista Alberti
 Rinascimento 
Leon Battista Alberti, palazzo Rucellai
1450 - Firenze Leon Battista Alberti
 Rinascimento 
Leon Battista Alberti, San Sebastiano
1460 - Mantova Leon Battista Alberti
 Rinascimento 
Leon Battista Alberti, Sant'Andrea
1470 - Mantova Leon Battista Alberti
 Rinascimento 
Leon Battista Alberti, facciata di Santa Maria Novella
1470 - Firenze Leon Battista Alberti
 Rinascimento 
Alarte: appunti di storia dell'arte
HOME | quadro sinottico | periodi | sequenze video

Questo sito è nato come uno strumento di studio personale della Storia dell'Arte, quando, già oberato da molti impegni, decisi di affrontare quello che pareva l'ultimo concorso a cattedra. Avevo bisogno, necessariamente, vista la mole enorme di informazioni cui la materia è oggetto, di organizzare razionalmente gli argomenti per creare una memoria strutturata di risorse, riflessioni e materiale personale.

Il sito non offre alcuna garanzia assoluta relativamente all’accuratezza, all’attualità o alla completezza delle informazioni o dei materiali contenuti. Vi invito quindi ad approfondire con altre fonti le informazioni presenti.

I contenuti sono costituiti da risorse che potrebbero essere soggette a diritto d'autore. Chi utilizza il sito SI IMPEGNA perciò ad utilizzare ogni suo contenuto esclusivamente ad uso personale per la riflessione culturale e l'attività didattica.

Informazioni: scrivi