artista

Tiziano

(1490 - 1576)


periodo: Cinquecento

Il procedimento tecnico adottato da Tiziano prosegue l'esperienza di Giorgione. Ma se quest'ultimo opera lentamente, nel travaglio dello scambio reciproco di pensiero e azione, in Tiziano la tecnica è rapida. Predilige tele di grande superficie su cui stende vaste zone di colore che una volta essiccato fanno da base per le velature successive di colore misto a vernici trasparenti e brillanti. In un secondo momento passa ad enfatizzare le parti luminose e quelle in ombra. Si serve di colori ad olio che, oltre che risultare particolarmente brillanti, gli offrono la possibilità di graduare la densità della materia da velature trasparenti a macchie corpose. Non vi è distacco tra la fase di disegno, ombreggiatura e pittura. Già nell'abbozzo è presente il senso completo dell'opera e la fase di finitura serve semplicemente a migliorare la resa emotiva della pittura e, nelle opere tarde, trasformare l'emozione in commozione. Il disegno è invece una esperienza di ricerca del'artista assolutamente autonoma mai finalizzata allo sviluppo di una pittura(Argan). Il forte senso tragico di alcune opere, soprattutto della maturità, è semplicemente dimostrato dall'evento che si rappresenta, diversamente che in Michelangelo dove la tragedia è isolata come essenza del conflitto interiore dell'uomo. Tiziano ha un grande successo come ritrattista ed anche in questo si distanzia dallo "specialista" Bronzino, suo contemporaneo. In Bronzino i personaggi diventano modelli di una perfezione ideale mentre in Tiziano le figure sono rese nella loro realtà di "carne mista col sangue". I suoi ritratti sono estremamente vitali perché, piuttosto che puntare ad una perfetta somiglianza o ad una una resa idealistica del personaggio, riescono a rappresentarne la sua realtà storica.

 
Tiziano, il marito geloso
1511, scuola del Santo - Padova Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, allegoria delle tre età della vita  
1512, National Gallery of Scotland - Edimburgo Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, l'amore sacro e l'amor profano (beltà ornata e beltà disadorna)
1515, galleria Borghese - Roma Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, il baccanale (gli andrii)  
1518, Prado - Madrid Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, l'Assunta  
1518, Santa Maria Gloriosa dei Frari - Venezia Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, polittico Averoldi  
1522, Santi Nazzaro e Celso - Brescia Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, Madonna di Ca' di Pesaro (pala di Pesaro)  
1526, Santa Maria Gloriosa dei Frari - Venezia Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, la Venere d'Urbino
1538, Uffizi - Firenze Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, Cristo coronato di spine  
1542, Louvre - Parigi Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, Paolo III e i nipoti cardinale Alessandro e Ottavio Farnese  
1546, museo Capodimonte - Napoli Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, ritratto di Carlo V  
1548, Prado - Madrid Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, Venere con organista amorino e cagnolino  
1550, Staatliche Museum - Berlino Tiziano
 Cinquecento 
Tiziano, Cristo coronato di spine  
1570, Alte Pinakothek - Monaco Tiziano
 Cinquecento 
Alarte: appunti di storia dell'arte
HOME | quadro sinottico | periodi | sequenze video

Questo sito è nato come uno strumento di studio personale della Storia dell'Arte, quando, già oberato da molti impegni, decisi di affrontare quello che pareva l'ultimo concorso a cattedra. Avevo bisogno, necessariamente, vista la mole enorme di informazioni cui la materia è oggetto, di organizzare razionalmente gli argomenti per creare una memoria strutturata di risorse, riflessioni e materiale personale.

Il sito non offre alcuna garanzia assoluta relativamente all’accuratezza, all’attualità o alla completezza delle informazioni o dei materiali contenuti. Vi invito quindi ad approfondire con altre fonti le informazioni presenti.

I contenuti sono costituiti da risorse che potrebbero essere soggette a diritto d'autore. Chi utilizza il sito SI IMPEGNA perciò ad utilizzare ogni suo contenuto esclusivamente ad uso personale per la riflessione culturale e l'attività didattica.

Informazioni: scrivi